Vous êtes ici

Cultures et sciences humaines

Quelle révolution scientifique ? Les sciences de la vie dans la querelle des Anciens et des Modernes (XVIe-XVIIIe siècles)

Contenu de l'annonce: 

La querelle des Anciens et des Modernes n’agite pas seulement les gens de lettres et les artistes mais convoque aussi les savants : médecins, physiologistes, naturalistes, mathématiciens, physiciens, astronomes, etc. Une part importante des écrits produits par les acteurs et les témoins de cette...

Image de l'annonce: 
Catégorie principale: 
Suggéré par: 
Pascal Duris
Courriel: 
pascal.duris@u-bordeaux.fr
ISBN: 
978 2 7056 9179 0
Collection: 
Les collections de la République des Lettres
Filip
Éditeur: 
Hermann
Lieu de parution: 
Paris
Date de parution: 
Lundi, Janvier 18, 2016
URL: 
http://www.editions-hermann.fr/4824-quelle-revolution-scientifique-.html
Langue: 
français
Mots-clés: 
Anciens, Modernes, Querelle des Anciens et des Modernes, Histoire des sciences de la vie, Harvey, XVIe, XVIIe, XVIIIe

Conférence d'Eric Jozsef. Au lendemain des attentats de Paris

Résumé de l'annonce: 
Conferenza di Eric Jozsef, giornalista e corrispondente in Italia di "Libération".
Conferenza di Eric Jozsef giornalista e corrispondente in Italia di "Libération"   Au lendemain des attentats de Paris   Prima conferenza del ciclo "La France aujourd'hui"   Lunedì 14 dicembre Aula 410 ore 15-17 Complesso San Pietro Martire Via porta di Massa 1 Università degli Studi "Federico II"
Nom du contact: 
Silvia Disegni
Courriel du contact: 
silvia.disegni@unina.it
Suggéré par: 
Silvia Disegni
Courriel: 
silvia.disegni@unina.it
Date de début ou date limite de l'événement: 
14/12/2015
Ville de l'événement: 
Naples
Type d'événement: 
Séminaires et conférences
Catégorie principale: 
Sous-catégorie: 
Mots-clés: 
terrorisme, attentats de Paris

Teatro e spettacolo tra l’Italia e l’Europa, 1830-1940. Una strada a doppio senso

Résumé de l'annonce: 
Tra l’Ottocento e il Novecento la nascita dello spettacolo teatrale moderno e dei suoi generi minori registra in tutta Europa l’influenza rilevante di Parigi e del modello francese, a partire dal format delle messe in scena e dal primo configurarsi dello star system. Dalle note figure del cabaret al meno noto teatro di revue passando attraverso il dominio del vaudeville e delle sue numerose varianti, la giornata di studio si propone di indagare la storia di un’influenza teatrale che tanto ha segnato la sensibilità del pubblico moderno e le modalità contemporanee del divertimento e dello spettacolo ed, in particolar modo, quelle partenopee : «Verso gli anni 1880 la domanda di teatro da parte del pubblico napoletano era tale e cosi diversificata che la commedia detta “popolare” di Petito, poi di Scarpetta al San Carlino, poteva facilmente coabitare con le rappresentazioni dei Sardou e dei Dumas e, negli anni 1890, d’Ibsen, ma anche, in uno spirito di libero scambio, con il teatro dialettale delle altre regioni italiane.»
Programma Ore 9.45 Saluto del Rettore Lucio d’Alessandro, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli   Introduzione ai lavori Emma Giammattei, Preside Facoltà di Lettere Alvio Patierno, Prof. Lingua e Letteratura Francese     ore 10.15 « Transferts culturels/Transfert culturali» Presiede Emma Giammattei   Interventi Maria Grazia Porcelli, Università degli studi di Bari Al café-concert. Danseuses, gommeuses, diseuses   Alvio Patierno, Università degli studi Suor Orsola Benincasa Napoli Labiche, Hennequin, Bisson, Feydeau et les autres. Mises en abyme et réincarnations comiques de l’entre-deux siècles à Naples   Nunzio Ruggiero, Università degli studi Suor Orsola Benincasa Napoli Miseria e nobiltà del vaudeville napoletano. Sondaggi intertestuali sul teatro di Scarpetta   Franco Perrelli, Università degli studi di Torino Strindberg e i generi minori del teatro francese   Dibattito     ore 14.45 «La revue, d’un espace à l’autre / La rivista, da un luogo all’altro» Presiede Alvio Patierno   Interventi Jean-Claude Yon, Université de Versailles-Saint-Quentin-en-Yvelines Les espaces de la revue: le local et le national en tension   Olivier Bara, Université Lyon 2 Espaces réels, imaginaires et idéologiques : Voyage en Icarie, revue américano-lyonnaise de 1848   Romain Piana, Université Sorbonne Nouvelle – Paris 3 Des micro-espaces de la revue à son ouverture internationale: revues de cercle, d’école, de quartier, de guerre   Conclusioni     Comitato scientifico : Benedetta Craveri ‒ Olivier Bara ‒ Emma Giammattei – Alvio Patierno Comitato organizzativo: Alvio Patierno – Nunzio Ruggiero  
Nom du contact: 
Nancy Murzilli
Courriel du contact: 
nancy.murzilli@unige.it
Suggéré par: 
Nancy Murzilli
Courriel: 
nancy.murzilli@unige.it
Date de début ou date limite de l'événement: 
17/12/2015
Ville de l'événement: 
Naples
Type d'événement: 
Colloques
Catégorie principale: 
Sous-catégorie: 
Mots-clés: 
théâtre

In guerra con le parole. Lettere, diari e memorie di soldati, donne e bambini nel Primo conflitto mondiale

Résumé de l'annonce: 
Quali sono i sentimenti, le percezioni e gli atteggiamenti mentali dei soldati, dei civili, delle donne e dei bambini durante la guerra? Quali le loro strategie di resistenza psicologica alla destabilizzante esperienza bellica? A questi interrogativi è possibile tentare di rispondere rivolgendosi all’ampia tipologia di scritture prodotte dai combattenti e dalla popolazione “mobilitata” durante il conflitto: lettere, diari e memorie che – in parte ancora sepolti nei cassetti di casa o raccolti negli archivi di scrittura popolare – esprimono notevoli potenzialità narrative anche grazie alle loro peculiarità linguistiche e sono di grande interesse storiografico per la capacità di agire come sonde di profondità e condurre dentro l’evento-guerra. L’incontro intende affrontare le questioni metodologiche ancora aperte, presentando testi particolarmente significativi e i risultati delle ricerche europee in ambito storico e linguistico.
Programma 25 novembre 8.30 Saluti delle autorità Luca Borzani, Presidente di Genova Palazzo Ducale Fondazione per la cultura Olivier Brochet, Console generale di Francia a Milano Francesca Imperiale, Soprintendente archivistico per la Liguria/Archivio di Stato di Genova   9.00 Prolusione di Antonio Gibelli (Archivio Ligure della Scrittura Popolare di Genova) Il diario di guerra dei semicolti: un fiume carsico tornato alla luce   L’officina della scrittura     I sessione   9.30 Relazione introduttiva Quinto Antonelli (Fondazione Museo Storico del Trentino-Archivio della Scrittura Popolare di Trento) Le scritture popolari italiane della guerra: il fenomeno, gli archivi, le ricerche   10.00 Sybille Grosse, Lena Sowada, Università di Heidelberg  Les ego-documents de la Grande Guerre et l’analyse du discours historique : des questions méthodologiques   10.20 Corinne Gomila, Università di Montpellier Sur les traces de l’autocensure    10.40 Teresa Bertilotti, Università Milano-Bicocca «Gentili incognite, sconosciuto soldato». Scritture dal fronte e sul palcoscenico   11.00 Pausa   11.10 Sylvie Housiel, Università di Tel-Aviv Émotions et perceptions à l’épreuve de la censure et de l’autocensure: les poilus de 1915   11.30 Chantal Wionet, Beatrice Dal Bo, Università di Avignone Correspondances intimes de femmes peu-lettrées pendant la Grande Guerre   11.50 Dibattito   12.20 Pausa pranzo   II sessione 14.00 Relazione introduttiva Agnès Steuckardt, Università Paul-Valéry di Montpellier 3 L’avenir, dans les lettres des Poilus ordinaires   14.30 France Martineau, Università di Ottawa Derrière les lignes: correspondances canadiennes de guerre   14.50 Gérald Sawicki, Università della Lorena  Ce que révèlent les mots: l’exploitation des lettres et carnets de notes des soldats allemands par les services de renseignement français (1914-1918)   15.10 Loredana Trovato, Università di Enna Des Poilus et des Boches au miroir, ou de la représentation dans les journaux de tranchées   15.30 Dibattito   16.00 Pausa   16.10 Stefano Vicari, Università di Genova "Et alors c’est la vision, si vive qu’elle semble réelle, de vous tous dans les lieux que j’aime tant…" ou comment l’écriture permet aux poilus de s’enfuir de la réalité contingente   16.30 Sonia Branca-Rosoff, Università Sorbonne Nouvelle - Paris 3 Discours autre et activité métadiscursive dans les lettres des peu-lettrés pendant la guerre de 1914-1918   16.50 Dibattito   17.20 Pausa   17.30 Thierry Vissol, economista e storico Presentazione del libro Toby, dalla pace alla guerra 1913-1918, Donzelli, 2014 Interverrà con l’autore Nancy Murzilli, Università di Genova/ Institut français italia     26 novembre Dentro la guerra   I sessione   9.00 Relazione introduttiva John Horne, Trinity College di Dublino Publique ou privée? La correspondance intime pendant la Grande Guerre   9.30 Jean-Paul Pellegrinetti, Università di Nizza Patriotisme et insularité au miroir de la correspondance des Corses durant la Grande Guerre   9.50 Simone Attilio Bellezza, Università di Trento La scrittura come riflessione identitaria: diari e memoriali dei trentini prigionieri in Russia    10.10 Jacopo Lorenzini, Università di Siena F-11, o della memoria obbligata. Gli ufficiali italiani di ritorno dalla prigionia e le loro testimonianze scritte di fronte alla Commissione Interrogatrice dei Prigionieri Rimpatriati.   10.30 Pausa   10.40 Arabella Hobbs, Università della Pennsylvania Shedding words not blood: Jacques Rivière’s Carnets de Captivité and the politics of heroism   11.00 Francesco Frizzera, Università di Trento Diari e memorie dei profughi trentini durante la Grande Guerra. Specchio del travaglio identitario di una popolazione costretta a riconsiderare il proprio paradigma di appartenenza   11.20 Marie-Chantal Lhote-Birot, Università della Lorena Auguste Vonderheyden, l’écriture diaristique   11.40 Dibattito   12.10 Pausa pranzo     II sessione   14.30 Relazione introduttiva: Gustavo Corni, Università di Trento Voci dalle terre invase. Friuli e Veneto orientale 1917/1918   15.00 Graziano Mamone, Università di Genova Servizio postale e scrittura. Istituzioni, rappresentazioni, immagini   15.20 Michel Paoli, Università della Piccardia Italophones de l'armée austro-hongroise sur le front russe : les tribulations d'un soldat entre écriture intime et reconstitution historique   15.40 Alvio Patierno, Università Suor Orsola Benincasa di Napoli Survivre, entre humorisme et satire, dans le Journal de guerre illustré d’Eugène Birsinger, paysan du Sud-Alsace   16.00 Pausa   16.10 Antonio Petrossi, Università di Napoli Le forme di propaganda nei giornali per l’infanzia durante la Grande Guerra   16.30 Dibattito   17.00 Pausa   17.30 Antonio Gibelli, Archivio Ligure della Scrittura Popolare di Genova presentazione del libro La guerra grande. Storie di gente comune, Laterza, 2014 Interverranno con l’autore Claudio Bertieri e Luigi Giachino. Proiezione del film La Guerra e il sogno di Momi (1917)      27 novembre I sessione   9.00 Relazione introduttiva Fabio Caffarena, Università di Genova Sopra la guerra: testimonianze di aviatori oltre il mito   9.30 Pierre Allorant, Università di Orléans Pont aérien: la Grande Guerre à tire d’ailes jusqu’à elles   9.50 Andrea Zaffonato, Università di Padova-Venezia-Verona Il volto della Patria nei paesaggi di guerra   10.10 Anna Grillini, Università di Trento La guerra mentale. Scritture dal manicomio   10.30 Giovanni Cavagnini, Scuola Normale Superiore di Pisa Parole di fede: voci di chierici dagli archivi del cardinale Pietro Maffi   10.50 Pausa   11.00 Chantal Dhennin-Lalart, Università di Lille 3 Au cœur de la Grande Guerre: le journal d’une religieuse destiné à sa supérieure   11.20 Carlo Stiaccini, Università di Genova Parole al cielo. Le scritture di guerra inviate agli uffici notizie delle parrocchie e delle diocesi italiane   11.40 Paola Valenti, Università di Genova «Grida d’allarme di un pittore»: la Grande Guerra nella prosa di Ludwig Meidner   12.00 Dibattito   12.50 Pausa pranzo     II sessione   14.30 Relazione introduttiva Rémy Cazals, Università di Tolosa La place des femmes dans 500 Témoins de la Grande Guerre   15.00 Augusta Molinari, Università di Genova La scrittura come pratica di assistenza. Un aspetto della mobilitazione femminile in Italia nella Grande Guerra   15.20 Patrizia Gabrielli, Università di Siena La guerra vicina, la guerra lontana. Memorie di donne   15.40 Giuliana Franchini, Università di Genova La rappresentazione dei lutti di guerra nel Diario delle volontarie dell’Ufficio Notizie di Milano (1915-1919) 16.00 Pausa   16.10 Christa Hämmerle,Università di Vienna “However, I want the war to be at an end already.” War criticism and the longing for peace in diaries and letters of Austrian women and young girls (1914-1918)   16.30 Alessia Vezzoni, Università di Siena In nomine Matris. Documento e «compromissorietà» nel carteggio bellico di Carlo Emilio Gadda con la madre (1915-1919)   16.50 Anastasios Zografos, Università Paul-Valéry di Montpellier 3 L’amour «occupe» les tranchées sur le front de l’Orient: la correspondance entre les soldats grecs et les marraines de guerre   17.10 Dibattito   18.30 Castello D’Albertis. Museo delle Culture del Mondo del Comune di Genova. Presentazione, con proiezione di immagini, del catalogo La collezione di cartoline della Grande Guerra nel Museo Francesco Baracca di Lugo, a cura di Serena Sandri e Patrizia Tamassia con la collaborazione di Daniele Serafini, BUP, 2015. Interverranno Daniele Serafini, Irene Guerrini e Marco Pluviano 19.00 Proiezione immagini: La I Guerra Mondiale attraverso le immagini inedite dell’Archivio Fotografico del Cap. E.A. D’Albertis 19.15 Visita guidata alla dimora del Capitano D’Albertis     28 novembre Dopo la guerra     09.00 Relazione introduttiva Manon Pignot, Università della Piccardia La guerre après la guerre: les mémoires juvéniles du conflit   9.30 Ugo Pavan Dalla Torre, Università di Torino Rielaborare pubblicamente (e collettivamente) l'esperienza di guerra. L'Associazione Nazionale fra Mutilati ed Invalidi di Guerra e la scrittura della memoria della Grande Guerra (1915-1923)    9.50 Nicola Maranesi, Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano La Grande Guerra. I diari raccontano. Un progetto editoriale in collaborazione tra Archivio diaristico nazionale di Pieve Santo Stefano e Gruppo l’Espresso   10.10 Patricia Kottelat, Università di Torino Les JMO, source méconnue de l’édification mémorielle de la Grande Guerre. Parcours diachronique 1918-2014   10.30 Pausa   10.40 Matthieu Quignard, CNRS di Lione «Ma Guerre 1914-1918», de Charles Bruneau. Les mots d'un linguiste sur le front   11.00 Anna Tylusińska-Kowalska, Università di Varsavia Ricordi della Grande Guerra di Michał Lityński, un legionario italofilo   11.20 Piotr Podemski, Università di Varsavia Un D’Annunzio italo-americano in guerra: mito bellico e success story nell'autobiografia di Fiorello La Guardia   11.40 Dibattito   12.10 Chiusura lavori   Comitato Scientifico: Quinto Antonelli (Fondazione Museo Storico del Trentino-Archivio della Scrittura Popolare di Trento)  Sonia Branca-Rosoff (Università Sorbonne Nouvelle - Paris 3) Fabio Caffarena (Università di Genova) Rémy Cazals (Università di Tolosa) Gustavo Corni (Università di Trento) Antonio Gibelli (Archivio Ligure della Scrittura Popolare di Genova) John Horne (Trinity College di Dublino) Augusta Molinari (Università di Genova) Nancy Murzilli (Università di Genova/Institut français Italia) Manon Pignot (Università della Piccardia) Frédéric Rousseau (Università Paul-Valéry di Montpellier 3) Agnès Steuckardt (Università Paul-Valéry di Montpellier 3) Carlo Stiaccini (Università di Genova) Benoît Tadié (Università di Rennes 2/Institut français Italia) Stefano Vicari (Università di Genova)   Comitato organizzativo: Maria Teresa Bisso (Archivio Ligure della Scrittura Popolare di Genova) Fabio Caffarena (Università di Genova) Nancy Murzilli (Università di Genova/Institut français Italia) Nella Porqueddu (Trinity college di Dublino) Carlo Stiaccini (Università di Genova) Benoît Tadié (Università di Rennes 2/Institut français Italia) Stefano Vicari (Università di Genova)   Il progetto rientra nel Programma ufficiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale e nel Programma della Mission Centenaire 1914-1918 del governo francese. Il convegno è stato organizzato con il patrocinio e il contributo di: Università di Genova; Dipartimento di Antichità, Filosofia, Storia (DAFIST) e Dipartimento di Lingue e Culture Moderne (LCM) – Università di Genova; Institut français Italia (IFI); Fondazione Museo Storico del Trentino-Archivio della Scrittura Popolare di Trento; Genova Palazzo Ducale-Fondazione per la cultura; Institut Universitaire de France; Castello D’Albertis. Museo delle Culture del Mondo del Comune di Genova; École française de Rome; Corpus 14 (Praxiling – Università Paul-Valéry di Montpellier 3, CNRS); Laboratoire Framespa-Université de Toulouse II; Soprintendenza Archivistica per la Liguria/Archivio di Stato di Genova; Università di Trento; Alliance Française de Gênes.   e con il patrocinio di: Archivio Ligure della Scrittura Popolare (ALSP) – Università di Genova; Centre de Recherche de l'Historial de la Grande Guerre; Collectif de recherche international et de débat sur la guerre de 1914-1918 (CRID 14-18); Conservatorio di Musica Niccolò Paganini di Genova; Dipartimento di Scienze della Formazione (DISFOR) – Università di Genova; Museo “Francesco Baracca” di Lugo; Università Italo-francese (UIF-UFI); Ufficio Storico Aeronautica Militare.   Indirizzo: Palazzo Ducale, Salone del Minor Consiglio Piazza Giacomo Matteotti, 9, 16123 Genova
Nom du contact: 
Nancy Murzilli
Courriel du contact: 
nancy.murzilli@unige.it
Suggéré par: 
Nancy Murzilli
Courriel: 
nancy.murzilli@unige.it
Date de début ou date limite de l'événement: 
25/11/2015
Date de fin de l'événement: 
28/11/2015
Ville de l'événement: 
Gênes
Type d'événement: 
Colloques
Catégorie principale: 
Mots-clés: 
Première Guerre mondiale

La double séance : la musique sur la scène théâtrale et littéraire

Résumé de l'annonce: 
Il convegno organizzato in collaborazione con l'Università di Firenze e l'Institut français Italia si svolgerà dal 19 al 21 novembre a Firenze all'Institut français Firenze - Palazzo Lenzi, Piazza Ognissanti, 2.
19 novembre 9h Accueil des participants 9h15 Allocutions: Isabelle Mallez, directrice de l’Institut Français Firenze Benoît Tadié, attachéde coopération universitaire de l’Ambassade de France en Italie Rita Svandrlik, directrice du Dipartimento di Lingue, Letterature e Studi Interculturali de l’Université de Florence Maria Luisa Premuda, présidentede l’Associazione Amici dell’Istituto Francese Firenze Clara Vella, présidentede l’Associazione Nazionale Insegnanti Lingue Straniere Firenze 9h45 Ouverture du colloque : Michela Landi et Marco Lombardi   Président de séance : Marco Lombardi 10h00 Barbara Innocenti (Université de Sienne), La dissertazione di Giuseppe Ferrario su «L'influenza fisiologica e patologica del suono, del canto e della declamazionesull'uomo»(1825) Discussion 11h00 Pause café 11h15 Anne Schoysman (Université de Sienne), «Rythme», «nombre» et «musique», des arts de rhétorique aux arts poétiques (fin XVe – XVIe s.) 12h00 Caterina Pagnini (Université de Florence), La riforma della danza nel Settecento: Gasparo Angiolini e Jean-Georges Noverre Discussion 13h00 Buffet   Président de séance : Marco Lombardi 14h30 Françoise Rubellin (Université de Nantes), Musique et discours sur la musique dans le répertoire des marionnettes foraines au XVIIIe siècle 15h15 Pierre Frantz (Université Paris Sorbonne), La conversation espagnole, scènes de musiques chez Beaumarchais Discussion 16h15 Pause café 16h30 Patrick Taïeb (Université de Montpellier 3-Paul Valéry): Musique et scènede Diderot à Hugo: discontinuité des écrits théoriques Discussion 19h30 Dîner   21h30 Théâtre de l'Institut français “La musique fin de siècle” Concert en collaboration avec le Conservatoire “L. Cherubini” de Florence et la Scuola di Musica Fiesole C. V. Alkan, “Esquisses”, op. 63: Dans le genre ancien: Fantaisie, Petit prélude à trois, Liedchen Piano : Beniamino Iozzelli B. Godard, Trois morceaux de salon op. 116 pour flûte et piano: allegretto, Idylle, Valse Flûte : Leonardo Pierattelli ; Piano : Beniamino Iozzelli P. Sancan, Sonatine pour flûte et piano Flûte : Elisabetta Berdondini ;  Piano : Luca Cosi M. Ravel, Don Quichotte à Dulcinée: Chanson romanesque, Chanson épique, Chanson à boire Baryton : Gabriele Spina ; Piano : Paolo Munaò E. Chausson, Poème pour violon et orchestre op. 25 C. Franck, Sonate n. 1 en La majeur pour violon et piano Violon : Emanuele Brilli ; Piano : Irene Novi   20 novembre Président de séance : Michela Landi 9h15 Matthieu Cailliez (Université Paris Sorbonne) Gli ‘opéras-comiques’ di Scribe e Auber, simboli dello «spirito francese»: la   fortuna di un pregiudizio nell’Europa dell’Ottocento 10h00 Fernando Morrison (Université Paul Valéry-Montpellier 3), L’édition de ‘Lucrèce Borgia’  de Victor Hugo, texte et musique Discussion 11h00 Pause café 11h15 Marie-Hélène Rybicki (Université de Potsdam), Nicolò Paganini, musicien paradoxal 12h00 Stéphane Lelièvre (Université Paris Sorbonne): Du concert à son compte rendu : écrire l’interprétation musicale en France à l’époque romantique Discussion 13h00 Buffet   Président de séance : Michela Landi 14h30 Vincent Vivès(Université de Valenciennes), «Calme bloc ici bas chu d'un pneuma obscur»: physique de la voix dans la poésie entre 1850 et 1900 15h15 Sébastien Arfouilloux (Université Paris Sorbonne), Histoire de bruit et de rumeur: le surréalisme Discussion 16h15 Pause café 16h30 Silvia Lombardi-François (musicologue et musicienne), L'«Orpheus» di Stravinskij e Balanchine: genesi, coreografia e strutture musicali 17h15 Catherine Steinegger (CIMArtS, Université de Franche-Comté), Pierre Boulez entre musique et littérature Discussion 19h30 Dîner   21h30 Théâtre de l'Institut français “La performance musicale et dramatique” Luisa Santacesaria (musicologue et musicienne),Tecniche estese e performance musicale Alessandra Aricò (metteur en scène et actrice), « En entendant Godot ». Partiture beckettiane per voce attoriale   21 novembre 10h00 Marco Lombardi (Université de Florence),Romain Rolland e la «Section musicale» dell’Institut Français de Florence 10h45 Alberto Batisti (musicologue), Lulli alla luce del Sole 11h30 Clôture du colloque 12h00 Concert de musique baroque 12h45 Buffet    Télécharger le programme   Comité scientifique Michela Landi et Marco Lombardi (Université de Florence) Comité d’organisation Michela Landi, Barbara Innocenti, Silvia Lombardi-François Contacts Michela Landi : michela.landi@unifi.it Barbara Innocenti : b.innocenti@inwind.it Francesca Ristori (Institut Français) : francesca.ristori@institutfrancais.it Institut Français Firenze : firenze@institutfrancais.it ;  +39 55 2718801
Nom du contact: 
Michela Landi
Courriel du contact: 
michela.landi@unifi.it
Suggéré par: 
Michela Landi
Courriel: 
michela[point]landi[at]unifi[point]it
Date de début ou date limite de l'événement: 
19/11/2015
Date de fin de l'événement: 
21/11/2015
Ville de l'événement: 
Florence
Type d'événement: 
Colloques
Catégorie principale: 
Sous-catégorie: 
Mots-clés: 
musique, théâtre

Festival Nuovo Cinema Europa. VI edizione

Résumé de l'annonce: 
Per la sua VI edizione il Festival cinema europa presenta "2 automnes 3 hivers" de Sébastien Betbeder (Francia 2013).
Il film è stato sottotitolato in italiano dagli studenti della LM94 (Traduzione e interpretariato) del Dipartimento di Lingue e culture moderne dell'Università di Genova. Domenica 1 novembre, ore 21.00 Cinema America Via Colombo, 11, 16121 Genova
Nom du contact: 
Nancy Murzilli
Courriel du contact: 
nancy.murzilli@unige.it
Suggéré par: 
Nancy Murzilli
Courriel: 
nancy.murzilli@unige.it
Date de début ou date limite de l'événement: 
01/11/2015
Date de fin de l'événement: 
01/12/2015
Ville de l'événement: 
Gênes
Type d'événement: 
Informations diverses
Catégorie principale: 
Sous-catégorie: 
Mots-clés: 
cinéma

Intermedialità e transmedialità nelle pratiche artistiche contemporanee

Résumé de l'annonce: 
li convegno internazionale "Intermedialità e transmedialità nelle pratiche artistiche contemporanee" organizzato in collaborazione dal Dipartimento di Lingue e Culture Moderne e il Dipartimento di Antichità, Filosofia, Storia dell'Università di Genova, si svolgerà il 13 novembre (Biblioteca di Filologia classica (via Balbi 4, III piano) e il 14 novembre (Aula magna (via Balbi 2, II piano) all'Università di Genova.
Presentazione Negli ultimi decenni del XX all'inizio del XXI secolo si assiste a un aumento della produzione di opere nell’ambito della letteratura, delle arti visive e neomediali nelle quali la circolazione tra le pratiche creative assume un ruolo importante se non preponderante. Ibridazione, intermedialità, transmedialità, multimedialità, intersemiosi sono termini che ci consentono di designare l’intrecciarsi di queste pratiche dove si moltiplicano i prestiti tra cinema, fotografia, arte digitale, video arte, letteratura, ecc., anche se non è ancora consolidata la distinzione concettuale tra ognuna di queste nozioni. Il Convegno internazionale si propone di apportare un’estensione alla riflessione e un confronto teorico attraverso un approccio interdisciplinare. Programma 13 novembre Biblioteca di Filologia classica (via Balbi 4, III piano) 9.30 Apertura dei lavori e saluti Per un’estetica della creazione transmediale 10.00 Jean-Pierre COMETTI (U. Aix-Marseille) L'intermédialité en contexte 10.30 Davide DAL SASSO (U. Torino, Labont) Intermedialità, ibridazioni e regole per la creazione artistica 10.50 Dario CECCHI (U. Roma La Sapienza) Immagine dinamica e medium del fumetto 11.10 Camille DEBRABANT (U. Paris 1) L’actualité du médium dans le discours critique de l’histoire de l’art 11.30 Discussione e pausa L’esposizione dei dispositivi transmediali 12.00 Danièle MÉAUX (U. Saint-Etienne) L’image installée 12.20 Frédérique VILLEMUR (ENSA-Montpellier) Thomas Clerc Pierre Huyghe / L’écrivain timekeeper en situation d’exposition 12.40 Discussione e pausa Dal testo all’immagine: pratiche dell’intermedialità 14.30 Carola BARBERO (U. Torino, Labont) Di che cosa tratta la letteratura? 15.00 Jessy NEAU (U. Poitiers) L’adaptation dans la culture intermédiatique: valeur systémique et valeur sémiotique 15.20 Matteo MARTELLI (U. Urbino) Spazi d’autore: geografie contemporanee dal testo all’immagine (e ritorno) 15.40 Annalisa BERTONI (ESBA-Nîmes - U. Paris 1) 16.00 Discussione e pausa 16.30 Bernard VOUILLOUX (U. Paris IV Sorbonne) Des concepts de médium(s) et de média(s) dans l’étude des arts 17.00 Discussione 17.30 Performance: Jérôme GAME: scrittore Slide Show, une lecture-performance Cesare VIEL e il Pubblico Dormitorio Massuero & figli e Giacomo REVELLI Vie di fuga   14 novembre Aula magna (via Balbi 2, II piano) Dispositivi transmediali e fruizione interattiva, problematiche socio-culturali 9.30 Roberto DIODATO (U. Cattolica, Milano) Intermedialità e interattività. Per un’ontologia della relazione 10.00 Denis MELLIER (U. Poitiers) Hitchcock fiction : circulation, convergence, dispersion 10.20 Aurélia GOURNAY (U. Paris 3) Intermédialité et transmédialité dans les séries de Steven Moffat : entre réécriture et métafiction, émergence de mythes 2.0 10.40 Pascal MOUGIN (U. Paris 3) Le fictionnisme transmédia : des propositions hors contrat ? 11.00 Discussione e pausa 11.30 Annick GIRARD (Collège militaire royal de Saint-Jean, Montréal) Musique classique et Flash Mob : hommage cultiste 2.0 et transmédialité(s) 11.50 Noémie FARGIER (U. Paris 3-CNRS) Plug in reality 12.10 Discussione e pausa Dispositivi ibridi e possibilità per la creazione 14.10 Emmanuel MOLINET (U. Lorraine) La culture hybride comme vecteur. Intermédialité et transmédialité dans l’art actuel 14.30 Frédéric MATHEVET (U Paris 1/ CNRS) Enjeux de l’intersémioticité et de l’intermédialité dans l’écriture et l’interprétation de la partition graphique 14.50 Bastien DARET (U. Paris 3) Étude des stratégies immersives d’une forme de narration transmédiatique, le blockbuster hollywoodien 15.10 Discussione e pausa 15.40 Laura SANTINI (U. Genova) Romanzo e nuove tecnologie: dalla parte del libro/codex 16.10 Bruna DONATELLI (U. Roma Tre) Philippe Druillet interprète de : bande dessinée, performance, jeu vidéo et peinture 16.30 Discussione e pausa 17.00 Chiusura del convegno Comitato scientifico: Elisa BRICCO (Università di Genova, Dip.LCM) Michaela BÜRGER (Università di Genova, Dip.LCM) Jean-Pierre COMETTI (Università di Aix-Marseille) Nicola FERRARI (Università di Genova, Dip.LCM) Céline FLÉCHEUX (Università di Paris 7) Marcello FRIXIONE (Università di Genova, DAFIST) Oscar MEO (Università di Genova, DAFIST) Luisa MONTECUCCO (Università di Genova, DAFIST) Nancy MURZILLI (Università di Genova, Dip.LCM/Institut Français Italia) Magali NACHTERGAEL (Università di Paris 13) Laura QUERCIOLI (Università di Genova, Dip.LCM) Chiara ROLLA (Università di Genova, Dip.LCM) Bernard VOUILLOUX (Università di Paris IV Sorbonne) Comitato organizzatore: Elisa BRICCO Ilaria BOEDDU Alessandro BRUZZONE Michaela BÜRGER Anna FOCHESATO Marcello FRIXIONE Oscar MEO Luisa MONTECUCCO Valeria MOSCA Nancy MURZILLI Laura QUERCIOLI Chiara ROLLA Laura SANTINI Lingue del convegno: italiano e francese
Nom du contact: 
Nancy Murzilli
Courriel du contact: 
nancy.murzilli@unige.it
Suggéré par: 
Nancy Murzilli
Courriel: 
nancy.murzilli@unige.it
Date de début ou date limite de l'événement: 
13/11/2015
Date de fin de l'événement: 
14/11/2015
Ville de l'événement: 
Gênes
Type d'événement: 
Colloques
Catégorie principale: 
Mots-clés: 
intermédialité, transmédialité

Politiche della letteratura francese in Italia nel XX secolo / Les politiques de la littérature française en Italie au XXe siècle

Résumé de l'annonce: 
Convegno dell’Università di Bologna, 29-30 ottobre 2015, presso la Biblioteca d'Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale, via Nazario Sauro 20/2.
Giovedì 29 ottobre ore 10.00 : saluti La diplomatie culturelle française au service de la littérature presidenza: Daniela Gallingani (Bologna) 10.30: Aldo Pirola (Comune di Milano), La circolazione dei testi francesi in alcune biblioteche di Milano: la Civica Sormani e l'Institut français 11.15: Stéphane Mourlane (Aix-Marseille), Tenir son rang: le livre et l’action culturelle française dans l’Italie des années 1960 12.00: Marco Lombardi (Firenze) e Elisa Sanna (Firenze), L’Institut français de Florence: le biblioteche di Julien Luchaire e d’Henri Graillot pausa pranzo Institutions et industries culturelles italiennes presidenza: Benoît Tadié(IFI) 15.00: Laura Desideri (Gabinetto Vieusseux), I Francesi più letti nella Biblioteca Vieusseux: 1897-1914 15.45: Paolo Tinti (Bologna), La presenza del libro francese nel “Bollettino delle opere moderne straniere” pausa presidenza: Maria Chiara Gnocchi (Bologna) 16.45: Anna Ferrando (Pavia), L’Agenzia Letteraria Internazionale e gli scrittori di lingua francese (1898-1945) 17.30: Raphaël Muller (IHMC/ENS-CNRS), Les éditeurs italiens face au livre français (1900-1920)   Venerdì 30 ottobre Usages et appropriations la littérature française par les élites intellectuelles et littéraires italiennes presidenza: Anna Soncini (Bologna) 9.30: Nicola Barbuti (Bari), Autori francesi a Bari nella transizione verso il XX secolo. Il catalogo ritrovato della biblioteca del Prof. Domenico Zampetta 10.15: Valentina Sestini (Messina), Libri francesi nella Sicilia Orientale: il caso del Fondo Broggi-Picardi della Biblioteca Comunale di Barcellona Pozzo di Gotto (ME) 11.00: Jérémie Dubois (Reims-Champagne-Ardenne), Des usages de Stendhal. Les “Stendhaliens” dans les relations intellectuelles et politiques franco-italiennes de 1945 aux années 1990 pausa presidenza: Bruna Conconi (Bologna) 12.00: Paolo Albertazzi (Bologna), Libri francesi nelle biblioteche dell’Università di Bologna. Fondi e presenze del Novecento 12.45: Ilaria Vitali (Bologna) e Romain Jalabert (Bologna/IFI), Le riviste “Francofonia” e “Studi Francesi”
Nom du contact: 
Romain Jalabert
Courriel du contact: 
romain[point]jalabert[at]unibo[point]it
Suggéré par: 
Romain Jalabert
Courriel: 
romain[point]jalabert[at]unibo[point]it
Date de début ou date limite de l'événement: 
29/10/2015
Date de fin de l'événement: 
30/10/2015
Ville de l'événement: 
Bologne
Type d'événement: 
Colloques
Catégorie principale: 
Mots-clés: 
littérature française, Italie

Jacqueline Risset. "Une certaine joie"

Résumé de l'annonce: 
Università Roma Tre (Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo; Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere; Centro Studi italo-francesi-Biblioteca “Guillaume Apollinaire”) in collaborazione con l'Université Franco-Italienne/Università Italo-Francese, l’Institut Français-Italia e con l’Archivio Risset-Todini organizza il convegno internazionale Jacqueline Risset, “Une certaine joie”. Percorsi di scrittura dal Trecento al Novecento.
Il convegno interroga vari campi del percorso intellettuale di Jacqueline Risset, “modello di fusione delle culture” nel mondo contemporaneo. Letteratura, filosofia, psicanalisi, poesia, traduzione, cinema, teatro, arti tessono un pensiero sempre aperto all’attuale, al nuovo, che, in virtù dell’esperienza di Tel Quel, dà corpo a una scrittura e a un insegnatmento innovativi, radicati nelle grandi questioni politiche del nostro tempo. Al centro, una comunità di autori, Dante, Bataille, Scève, Nietzsche, Joyce, Gramsci, Fellini, Lacan, rivive alla luce di una filosofia dell’istante che ne sovverte la chiave di lettura. istante che, emergendo dall’oscurità, interrompe il continuum della durata e la rinnova facendosi portatore, come scrive Proust – autore faro di Jacqueline Risset –, di «cette crête qu’ont les idées à certains jours» e di «une certaine joie».   Giovedì 22 ottobre Centro Studi-italo francesi Piazza Campitelli, 3 ore 15-20   Venerdì 23 ottobre Centro Studi Italo-francesi, Piazza Campitelli 3 ore 9 - 13   Sala Ignazio Ambrogio, Scuola di Lettere Filosofia Lingue Via Ostiense 234 ore 15-19.30   Sabato 24 ottobre Aula Magna Rettorato Via Ostiense 159 ore 9-13
Nom du contact: 
Andrea Di Giuseppe
Courriel du contact: 
andrea.digiuseppe@uniroma3.it
Suggéré par: 
Micaela Rossi
Courriel: 
micaela.rossi@unige.it
Date de début ou date limite de l'événement: 
22/10/2015
Date de fin de l'événement: 
24/10/2015
Ville de l'événement: 
Rome
Type d'événement: 
Colloques
Catégorie principale: 
Mots-clés: 
Jacqueline Risset

Ernesto Buonaiuti nella cultura italiana ed europea del suo tempo: tra modernismo e mondo evangelico

Résumé de l'annonce: 
Programma di un incontro culturale internazionale che si svolgerà a Roma il 30 e il 31 ottobre 2015, nell’Aula Magna della Facoltà Valdese di Teologia (via Pietro Cossa 42 ). Con il patrocinio dell’Ambasciata di Francia a Roma e dell’Accademia dei Lincei.
Personaggio di spicco del modernismo italiano e per il suo ruolo culturale negli anni 1920-1940, sacerdote, professore di storia del cristianesimo nell’università di Roma fino al ’26, quando fu colpito dalla scomunica maggiore, titolare della medesima cattedra fino al 1931, quando ne fu allontanato perché non giurò fedeltà al regime fascista, nel corso degli anni ’70 e ’80 del secolo scorso Buonaiuti è stato oggetto di un forte interesse storiografico. Particolare attenzione è stata rivolta al fenomeno del modernismo di Buonaiuti, e alla sua importanza come storico del cristianesimo. Altri settori ugualmente importanti nella complessiva vicenda umana, scientifica e religiosa buonaiutiana sono stati individuati, ma tenuti ancora in disparte. Se ne segnalano tre di sicuro interesse e novità, che si ritiene possano costituire l’asse portante di questo incontro scientifico, da contestualizzare anche alla luce di temi di indagine già esaminati, come ad esempio le tensioni critiche della Chiesa romana ai primi del ’900 (fenomeno del modernismo) e i rapporti in Italia tra Chiesa e Stato all’epoca del Concordato. Essi sono: il circolo di Buonaiuti: discepoli, amici, nemici; i suoi rapporti con il mondo degli evangelici; i suoi rapporti con la cultura filosofica e religiosa, con la politica e l’editoria del tempo.   1 – Il circolo degli allievi e amici di Buonaiuti costituì un vero e proprio cenacolo intellettuale e religioso; tra i tanti componenti vanno annoverati: A. Biamonti, A. Donini, M. e R. Morghen, A. Pincherle, G. Levi della Vida, R. Niccoli, A. De Micco, L. Von Auw. Ciascuno di essi interpreta in modo personale l’insegnamento di Buonaiuti, e percorre vie proprie che attraversano significativamente la cultura novecentesca: dall’impegno politico nelle file del PCI (A. Donini), a quello ecumenico (A. De Micco nelle file dell’YWCA), da quello sociale (M. Fermi a sostegno di Danilo Dolci, L. von Auw a favore di Amnesty International), a quello universitario (Pincherle, Morghen, Levi della Vida ). Una posizione di rilievo nel discepolato di Buonaiuti hanno le donne: dati i tempi, esse non ricoprono ancora ruoli accademici, ma sono attivissime e tenaci a vario titolo nel portare avanti la sua memoria, sia organizzando incontri culturali e conferenze perché non vada perduto l’insegnamento del maestro, sia scrivendo articoli in riviste femminili impegnate nella promozione spirituale e civile della donna (come la rivista « Ali », poi « Impegno »), fino alla poderosa e ancor oggi insostituibile Bibliografia degli scritti di Buonaiuti, curata da Marcella Ravà, il cui lascito alla Facoltà Valdese di teologia (Roma) e alla Colombaria di Firenze è stato completamente ricostruito.   2 – Il rapporto di Buonaiuti con gli evangelici in Italia e in Svizzera, dove fu invitato da costoro a insegnare, tenere conferenze, seminari e a predicare nelle loro chiese, fu intenso e prolungato. Le relazioni con gli ambienti protestanti si fanno risalire agli anni della sua rimozione dall’Università. In realtà – come hanno messo in luce recenti indagini – essi vanno retrodatati almeno al 1926, allorché Buonaiuti pubblica la sua famosa traduzione del Sacro di Rudolf Otto in una collana dell’editore Zanichelli di Bologna, finanziata dalla ACDG, di matrice protestante. Tra le varie denominazioni evangeliche, particolarmente stretto e fecondo fu il rapporto fra Buonaiuti e i Metodisti Wesleyani. Un ruolo particolare ha avuto in questo il pastore Emanuele Sbaffi, che invitò Buonaiuti ad insegnare esegesi neotestamentaria alla facoltà teologica metodista di Monte Mario (Roma), e più volte a predicare nella sua chiesa. Altrettanto intensi e prolungati furono i rapporti culturali e spirituali – testimoniati da scambi epistolari e diari del tempo – tra il pastore Sergio Carile, Buonaiuti e il pastore Pier Paolo Grassi. La linea Buonaiuti-Metodisti è tutta da esplorare, anche perché non tutti i metodisti, in specie quelli episcopali (Luigi Lala), approvarono la sua scelta di restare, malgrado le reiterate scomuniche, fedele alla Chiesa romana. Da indagare inoltre la linea Buonaiuti-Valdesi (Giovanni Miegge, e per altri aspetti Giorgio Spini e Valdo Vinay), come i rapporti e le differenze tra la posizione «ecumenica» di Buonaiuti e il « pancristianismo » di Ugo Janni (vetero-cattolico passato alla chiesa valdese), che nelle pagine della sua rivista « Fede e vita » dedicò largo spazio a quello che definiva l’ « endocattolicesimo » di Buonaiuti, al quale era accomunato da un forte impegno di rinnovamento religioso in Italia. Da analizzare poi i rapporti tra Buonaiuti e i Battisti (Whittinghill e soprattutto Giuseppe Gangale). Infine, a monte di tutto ciò, è opportuno riprendere il discorso sulle forti resistenze di Bonaiuti nei confronti di Lutero.   3 – Il rapporto di Buonaiuti con la filosofia, la politica e l’editoria del tempo è ad oggi del tutto inesplorato. Se nota è la sua avversione all’idealismo, compiutamente da esaminare sono le sue « simpatie » per significative figure spirituali-filosofiche come Piero Martinetti, Giuseppe Rensi, Adriano Tilgher. Da approfondire anche la sua posizione nei confronti di Maurice Blondel, Alfred de Loisy, Lucien Laberthonnière, Henry Bremond, Louis Duchesne, Edouard Le Roy. Il quadro dei molteplici contatti culturali di Buonaiuti non può omettere la sua variegata attività editoriale e pubblicistica, consegnata non solo alla principale rivista da lui diretta (« Ricerche religiose »), ma anche nelle molteplici testate giornalistiche cui collaborò (per esempio « Il mondo » o il « Tempo ») e in pubblicazioni di storia delle religioni di respiro internazionale, come « Eranos Jahrbuch ». Non si possono dimenticare nemmeno i molteplici contatti che ebbe con filosofi e sacerdoti francesi di area « modernista », e con pastori e professori protestanti della Svizzera romanza, in particolare con l’Università di Losanna. Più generalmente, il fenomeno del modernismo, che ebbe un’importanza notevole sul piano culturale e della spiritualità in Occidente, pur avendo coivolto personalità inglesi e tedesche, costituì soprattutto una crisi franco-italiana. Buonaiuti ebbe un ruolo importante di interlocutore a livello internazionale, ma questa sua dimensione intellettuale europea privilegiò le relazioni con studiosi francesi.   Ente organizzatore: Associazione culturale Italiques, in collaborazione con l’Accademia dei Lincei e con la Facoltà valdese di teologia, sotto la direzione di: Paolo Carile, Barbara Faes, Jean Ferrari, Tullio Gregory, Francesco Margiotta Broglio, Walter Tega. Luogo : Aula Magna, Facoltà Valdese di teologia, Data : 30 e 31 ottobre 2015   30 ottobre 2015 Apertura del convegno: ore 11 Fulvio Ferrario, Decano della Facoltà valdese Alessandra Trotta, presidente Opcemi Tullio Gregory, membro dell’Accademia dei Lincei Paolo Carile, presidente dell’Associazione « Italiques » Maria Grazia Margarito, presidente SUSLLF. Paolo Carile, Ernesto Buonaiuti, il mondo protestante, la cultura francese e oltre. I sezione: ore 12-13 « Il circolo di Buonaiuti : discepoli, amici, nemici » Presidente di seduta Emanuela Prinzivalli 1- Barbara Faes « Anime incaute, zitelle giovani e mature nella Koinonia di Ernesto Buonaiuti » 2- Michel Yves Perrin « Buonaiuti, i rapporti con il gruppo di Eranos Tagungen e con la Svizzera » Discussione II sezione: ore 14,30 -16,30 Presidente di seduta Fulvio Ferrario 3- Francesco Torchiani « Un ponte verso gli Stati Uniti: aspetti e problemi del sodalizio fra Buonaiuti e Giorgio La Piana » 4- Francesco Mores « Ernesto Buonaiuti e Angelo Roncalli, tracce di un’amicizia » 5- Fabrizio Chiappetti, Fondazione Romolo Murri (Urbino) « Influenze e confluenze in Buonaiuti: James, Tyrrell, Loisy » Discussione – Pausa: ore 16,30-17 Tavola Rotonda: ore 17-19 « Esperienze trasversali intorno a Ernesto Buonaiuti » Moderatori: Tullio Gregory e Fabio Roversi Monaco Partecipanti: Corrado Augias, Michele Canonica, Paolo Carile, Vito Mancuso, Alberto Melloni, Valdo Spini Discussione   31 ottobre 2015 III sezione: ore 9-13 « Buonaiuti e il mondo degli evangelici » Presidente di seduta Paolo Naso 1- Lothar Vogel « L’interpretazione di Lutero data da Buonaiuti » 2- Andrea Annese « Buonaiuti, i metodisti, i valdesi: le relazioni e i nuclei concettuali » 3- Laura Ronchi De Michelis « I rapporti di Buonaiuti con i battisti » 4- Daniele Garrone « Il fondo Emanuele Sbaffi » 5- Michèle Gendreau-Massaloux « Paul Desjardins, les décades de Pontigny et Ernesto Buonaiuti » Discussione IV sezione: ore 14,30-17 « Rapporti di Buonaiuti con la filosofia italiana e la cultura religiosa francese del suo tempo » Presidente di seduta Francesco Margiotta Broglio 1- Walter Tega « Buonaiuti e Martinetti » 2- Alessandro Aprile « La corrispondenza inedita tra Buonaiuti e Gentile » 3- Jean Ferrari « Ernesto Buonaiuti et le modernisme en France» 4 – Marco Barbieri « Il giansenismo nella riflessione buonaiutiana » Discussione – Pausa: ore 17-17,30 Tavola Rotonda: ore 17,30-19 « Buonaiuti, una presenza europea » Moderatrice: Michèle Gendreau-Massaloux Partecipanti: Jean Robert Armogathe, Maurilio Guasco, Giordano Bruno Guerri, Umberto Todini, Annibale Zambarbieri Ore 19-19,30 - P.Carile e F. Margiotta Broglio, presentazione della riedizione anastatica aggiornata della Bibliografia degli scritti di E. Buonaiuti a cura di Marcella Ravà, Roma, Aracne, 2015. - Marc Cheymol, Presentazione degli Atti del Convegno « Dall’Italia e dalla Francia, visioni del Mediterraneo », Roma, Aracne, 2014. - Giovanni Azzolin, Fogazzaro e I Gesuiti. Un dialogo problematico intorno a « Il santo », Roma, Aracne, 2015 Conclusioni: ore 19,30 ==================================================== Saranno invitati : Walter Veltroni, già Vice-presidente del Consiglio; André Vallini, Segretario di Stato alla riforma territoriale, Ignazio Marino, Sindaco di Roma; Catherine Colonna, Ambasciatrice di Francia in Italia; Catherine Virlouvet, Direttrice dell’Ecole française di Roma; Eric Tallon, consigliere culturale dell’Ambasciata di Francia in Italia; Giovanna Marinelli, Assessore alla cultura del Comune di Roma; Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo; Eugenio Bernardini, Moderatore della chiesa valdese; Alessandra Trotta, Presidente OPCEMI; Dora Bognandi, Presidente Chiesa avventista; Rossana Rummo, Direttore generale biblioteche al Ministero dei Beni Culturali; Lamberto Maffei, Presidente Accademia dei Lincei; Jean Musitelli, Consigliere di Stato; Jean Gili, Professore emerito, Università Parigi 1; Alberto Melloni, Direttore Istituto Scienze Religiose di Bologna; Andrea Riccardi, Presidente Società Dante Alighieri; Michele Canonica, Presidente Società Dante Alighieri – Comitato di Parigi; Mariagrazia Margarito, Presidente SUSLLF; Pierre-Marc De Biasi, Direttore all’Ecole Normale Supérieure; Don Vittorino Grossi, Docente all’Istituto Patristico Augustinianum e Pontificia Università Lateranense; Padre Bernard Ardura, Presidente Pontificio Comitato di Scienze Storiche; Don Giuseppe Caruso, Istituto Augustinianum; e altre personalità interessate al tema del convegno e ai rapporti culturali tra Italia e Francia. Contatti con Association Italiques: 49, rue Olivier de Serres, 75015 Parigi E-mail: paolo.carile@wanadoo.fr, tel. 0033 (0)155763787 Segreteria Association Italiques: E-mail: elvina.italiques@gmail.com , tel. 0033 (0)617318936 E-mail: mariagrazia.paturzo@gmail.com, tel. 0039.3388352130
Nom du contact: 
Paolo Carile
Courriel du contact: 
paolo.carile@wanadoo.fr
Suggéré par: 
Mariagrazia Margarito
Courriel: 
mariagrazia.margarito@unito.it
Date de début ou date limite de l'événement: 
30/10/2015
Date de fin de l'événement: 
31/10/2015
Ville de l'événement: 
Rome
Type d'événement: 
Colloques
Catégorie principale: 
Mots-clés: 
Ernesto Buonaiuti

Pages

S'abonner à RSS - Cultures et sciences humaines