You are here

Nella selva dell'intraducibilità

Sottotitolo: 

Prospettive ermeneutiche e immaginari della traduzione

Riassunto dell'annuncio: 
Il seminario intitolato "Nella selva dell'intraducibilità. Prospettive ermeneutiche e immaginari della traduzione" sarà tenuto dal Dott. Riccardo Raimondo e avrà luogo all'Università di Ferrara alle ore 13.00 in aula M.

Esiste davvero un fenomeno chiamato intraducibilità? Abbiamo la certezza che ogni testo può essere tradotto? Che ogni oggetto/nozione può avere un corrispettivo in ogni lingua straniera? Come può aiutarci la teoria degli immaginari della traduzione a spiegare i fenomeni d’intraducibilità fra le lingue e le diverse traduzioni di una stessa fonte? Sono solo alcune delle questioni che verranno trattate in questo seminario, durante il quale si metterà l’accento soprattutto sul potenziale euristico della nozione d’intraducibilità e sulla preziosa possibilità che ci offre: ripensare la storia delle traduzioni e della traduzione da una prospettiva ermeneutica.

La discussione procederà a partire da una breve disanima di una recente pubblicazione, la prima storia delle traduzioni di un’opera in una lingua straniera: Le Phenix Poëte et les Alouëtes. Traduire les Rerum vulgarium fragmenta de Pétrarque en langue française (XVIe-XXIe siècle): histoires, traditions et imaginaires, Peter Lang (Bruxelles, Berlin, Bern, New York, Oxford, Warszawa, Wien), 2022.

Segnalato da: 
Vera Gajiu
Email: 
vera.gajiu@unife.it
veragajiu@yahoo.fr
Data di inizio o data limite dell'evento: 
13/05/2022
Data di fine dell'evento: 
13/05/2022
Città dell'evento: 
Ferrara
Tipo di evento: 
Seminari e conferenze
Categoria principale: 
Parole chiave: 
intraducibilità, traduzione, immaginario, Petrarca
Nome del contatto: 
Vera Gajiu
Email del contatto: 
vera.gajiu@unife.it