You are here

La fin du monde selon Du Bartas et d’Aubigné, de "La Sepmaine" aux "Tragiques"

Riassunto dell'annuncio: 
Il Prof. Frank Lestringant, che interviene nel quadro del Seminario dottorale Editoria ed Eresia (https://www.dlls.univr.it/?ent=iniziativa&id=9984), indagherà le strategie letterarie attraverso cui i due autori Guillaume du Saluste du Bartas e Agrippa d’Aubigné mettono in scena la circolarità, o meglio la spirale, che fa dell’Apocalisse una Genesi e della fine di tutte le cose del mondo, invece, un vero e proprio inizio.

Nell’opera La Sepmaine ou creation du monde, che si compone di sei libri e viene pubblicata nel 1578, il poeta protestante Guillaume du Saluste du Bartas rielabora la storia della creazione del mondo ispirandosi al primo capitolo della Genesi, che l’autore decide di ampliare notevolmente. Sarà in particolare il Premier Jour de La Sepmaine, giorno che vede la nascita della luce e delle tenebre, a costituire l’occasione per Du Bartas di raccontare in 54 versi l’Apocalisse e la fine del mondo (I, v. 353-406), presentando quel programma descrittivo e narrativo che Agrippa d’Aubigné riprenderà nell’ultimo libro de Les Tragiques, correggendo Du Bartas e riducendo il suo testo a soli 24 versi.

Per entrambi i poeti, la storia del mondo è breve, limitata a circa 5000 anni, e assume inoltre una forma circolare, per cui la fine riconduce alla quiete delle origini. Il Prof. Frank Lestringant indagherà le strategie letterarie attraverso cui i due autori mettono in scena questa circolarità, o meglio questa spirale, che fa dell’Apocalisse una Genesi e della fine di tutte le cose del mondo, invece, un vero e proprio inizio.

Il Prof. Frank Lestringant ha insegnato Letteratura Francese all’Università della Sorbona di Parigi (di cui è Professore emerito). Tra le sue principali pubblicazioni segnaliamo: Le Huguenot et le Sauvage : L'Amérique et la controverse coloniale en France, au temps des guerres de religion (1555-1589), Rééditions Klincksieck 1999 ; L'Atelier du cosmographe, ou l'image du monde à la Renaissance, Albin Michel, 1991 ; André Thevet, cosmographe des derniers Valois, Droz, 1991 ; Le Cannibale, grandeur et décadence, Perrin, coll. « Histoire et décadence » 1994, 2e éd. Droz, 2016; Le livre des îles : Atlas et récits insulaires de la Genèse à Jules Verne, Droz, 2002 ; Lumière des martyrs : Essai sur le martyre au siècle des Réformes, Champion, 2004 ; André Gide l’inquiéteur, Flammarion, coll. « Grandes Biographies », 2011-2012 ; La Quinzaine Du Bartas. Lire La Sepmaine, La Seconde Semaine et Les Suittes, Classiques Garnier, coll. “Géographies du monde”, 2021 ; l’édition de La Symphonie pastorale d’André Gide, Flammarion, coll. “GF”, 2023.

Per ottenere il link Zoom, mailto: valeria.averoldi@univr.it

Indirizzo postale: 
Università degli Studi di Verona, aula Co-Working - palazzo di Lingue
Segnalato da: 
Luca Elfo Jaccond
Email: 
lucaelfo.jaccond@univr.it
Data di inizio o data limite dell'evento: 
21/11/2023
Data di fine dell'evento: 
21/11/2023
Città dell'evento: 
Verona
Tipo di evento: 
Seminari e conferenze
Categoria principale: 
Parole chiave: 
Du Bartas, D'Aubigné, Creazione, Apocalisse, storia del mondo, Bibbia
Nome del contatto: 
Rosanna Gorris
Email del contatto: 
rosanna.gorris@univr.it